CERTIFICAZIONE PSV – PLASTICA SECONDA VITA

LA CERTIFICAZIONE PLASTICA SECONDA VITA

 

plastica-seconda-vita

Cos’è il marchio PSV – PLASTICA SECONDA VITA

Il marchio PSV è un sistema di certificazione ambientale di prodotto dedicato ai materiali ed ai manufatti ottenuti dalla valorizzazione dei rifiuti plastici provenienti dalla raccolta differenziata o da altri circuiti post consumo ed ai materiali ed ai manufatti ottenuti da rifiuti industriali.

Il marchio attesta esclusivamente la rintracciabilità ed il contenuto di riciclato.

IPPR, Istituto per la Promozione delle Plastiche da Riciclo, proprietario del marchio Plastica Seconda Vita, ha creato il marchio PSV con l’intento di valorizzare la qualità della plastica da riciclo e garantire la rintracciabilità dei materiali riciclati.

Tali concetti sono solidamente ancorati agli standard tecnici di cui il settore da anni si è dotato. Infatti le norme UNI 10667 individuano quei requisiti minimi che il polimero da riciclo deve avere affinché lo stesso sia idoneo e performante per la sua trasformazione in un manufatto. Inoltre, l’esistenza di una dichiarazione di conformità del materiale alle specifiche UNI-UNIPLAST 10667, è prerequisito necessario per la certificazione a marchio PSV delle materie prime seconde e dei manufatti con esse realizzati.

La certificazione del contenuto di riciclato rende riconoscibili i manufatti che rientrano nell’ambito degli acquisti verdi, siano essi effettuati dalle Pubbliche Amministrazioni o dalle società a prevalente capitale pubblico (GPP) o da privati (cittadini, aziende, Grande Distribuzione Organizzata).

Le tipologie di marchio Plastica Seconda Vita

  • PSV raccolta differenziata: per materiali e prodotti derivati da raccolta differenziata le cui specifiche sono definite dal DM 203/03 nonché dalla circolare del ministero dell’Ambiente 4 agosto 2004 (di seguito Normativa). Per le sole materie prime post consumo è richiesta la conformità alle norme UNI della serie 10667 come applicabili.
  • PSV scarto industriale: per materiali e prodotti derivati da materiali da scarti industriali e che rispettino i contenuti minimi di materie plastiche riciclate come riportato nella circolare applicativa del Ministero dell’Ambiente del 4 agosto 2004. Per le sole materie prime da scarto industriale è richiesta la conformità alle norme UNI della serie 10667 come applicabili
  • PSV MixEco: per materiali e prodotti derivati da miscele di materiali derivanti da raccolta differenziata e/o da scarto industriale che rispettino un contenuto di materie plastiche da riciclo nella misura minima del 30%.
  • PSV Food Contact: per il settore dell’imballaggio alimentare.

Per i requisiti specifici si raccomanda di consultare i regolamenti di certificazione predisposti per le diverse tipologie di marchio PSV.

 

A chi si rivolge

  • le aziende, perché esso permette di qualificare i manufatti e le materie prime secondarie;
  • le Pubbliche Amministrazioni, perché esso consente di riconoscere i manufatti rientranti negli Acquisti Pubblici Verdi (GPP o Green Public Procurement);
  • i cittadini, perché esso permette loro di operare scelte ecocompatibili e attuare comportamenti ambientalmente virtuosi;
  • la GDO, perché esso permette di rispondere attivamente alle sempre maggiori richieste di consumi eco-sostenibili da parte di una clientela sensibile ai temi ambientali e di anticipare le tendenze in tal senso; la GDO sempre più attenta e sensibile alla variabile ambientale va aumentando il pressing sui trasformatori affinché questi garantiscano prodotti in plastica “verde”.

 

Vantaggi

La certificazione porta numerosi vantaggi:

  • permettere di partecipare a bandi gara di acquisto della Pubblica Amministrazione; infatti il marchio Plastica Seconda Vita certifica la conformità del materiale o del manufatto al DM 203/03 (Acquisti Pubblici Verdi o Green Public Procurement-GPP) che prevede l’obbligo (a carico della P.A.) di acquisto di almeno 3 manufatti su 10 in materiale di riciclo;
  • ottimizzare la gestione e la movimentazione dei materiali di scarto perché garantisce attraverso la conformità al marchio la rintracciabilità e i consumi controllati dei materiali da riciclo;
  • sviluppare nuovi prodotti e servizi nel mondo del futuro;
  • massimizzare il potenziale dei mercati esistenti e penetrare nuovi mercati con prodotti conformi;
  • ridurre rischi e responsabilità, assicurare processi decisionali sicuri e informati grazie alla gestione del rischio e della conformità;
  • ridurre i costi attraverso un approccio strutturato per identificare, misurare e gestire l’utilizzo di materia riciclata;

 

Come richiedere la certificazione PSV

Di seguito gli step per l’ottenimento della certificazione plastica seconda vita.

  • Richiesta di preventivo compilando il form di seguito riportato
  • Accettazione preventivo e definizione data per audit\verifica presso la vostra sede
  • Audit\verifica presso la vostra sede e successivo rilascio della certificazione
  • A seguire ogni anno verrà effettuato a cura di Exce Srl un audit\verifica presso la vostra sede per la conferma della certificazione

Per le certificazioni degli altri sistemi di gestione visionare l'apposita pagina dedicata alle certificazioni dei sistemi di gestione.

Contattateci per un preventivo compilando il seguente form o via mail a info@excecert.it

Richiesta preventivo